Frank & Joseph Ruvo Les Délices Lafrenaie

Images may not be reproduced without the permission of Casa d'Italia CCPI

“Chi verrà mai in una zona industriale per comprare una torta?”

Lunghe ore, duro lavoro e spirito imprenditoriale hanno sempre avuto importanza nella famiglia di Joseph Ruvo. Prima che immigrasse in Canada, Giuseppe Ruvo era un orgoglioso trasportatore autonomo di materiali e legname per i compaesani della cittadina natìa di Castelgrande, in provincia di Potenza. Così come un numero sempre crescente di famiglie abbandonavano le loro case alla ricerca di opportunità di lavoro, Giuseppe e sua moglie, Maria Nicola si persuasero a dare ascolto alla chiamata del fratello di lui, Stefano, che si era trasferito a Montreal nei primi anni ’60. Nel maggio del 1966 i coniugi Ruvo ed i loro figli Frank, Vito e Gerry, viaggiarono verso Halifax sulla S.S. Cristoforo Colombo per riunirsi, dopo poco, con la loro famiglia, a Montreal.

I primi passi a Montreal.

Tra I primi impieghi, Frank Ruvo ricorda quello delle consegne a domicilio per la Grosseria italiana di Rosemont. Nel 1973, Frank prese una sua zona per la distribuzione del latte. Durante questo periodo suo padre Giuseppe e suo fratello aprirono il panificio “Casa del Pane”. Non passa molto che tutti e cinque i fratelli Ruvo, con loro padre, si riunirono in un’impresa di famiglia: “Milano Bakery”, su Jean Talon est.

Un panificio in un magazzino.

All’aumentare della clientela all’ingrosso, la produzione di torte, pane e biscotti crebbe esponenzialmente. Era necessario più spazio per far fronte a nuove richieste ed un magazzino su Rue Lafrenaie divenne la sede del panificio. Anche se non c’erano vetrine per la vendita al dettaglio, famiglie ed amici dei Ruvo si presentavano frequentemente per prendere del pane, delle pizze o torte preparate in surplus. Con un flusso costante di famiglie ed amici che si fermavano, Frank Ruvo costruì un piccolo banco, non senza esitazioni, tanto che un giorno scherzò: “ma chi mai verrà in una zona industriale per comprare torte?”. La gente ci andò e Joseph Ruvo e la sua famiglia erano là ad accoglierli.