Missione San Domenico Savio

Images may not be reproduced without the permission of Casa d'Italia CCPI

Una piccola Betlemme nella comunità italiana di Montréal

Affettuosamente chiamata la piccola Betlemme di Montreal, la “Missione San Domenico Savio” è stata un importante riferimento per migliaia di famiglie italiane che vivono nell’East-End di Montreal. Fin dalla fondazione, nei primi anni ’60, questa Chiesa italiana è stata il fulcro della sua comunità, offrendo una varietà di attività e servizi a tutti i suoi parrocchiani.

Gli inizi della Missione a Montreal 

In risposta alle vibranti necessità spirituali della comunità di Montreal, Monsignor Paul-Emile Leger ed Andrè-Marie Cimichella chiesero a padre Giovanni Sorgente, nei primi anni ’60, di organizzare una raccolta fondi per la costruzione di una chiesa italiana. Benchè la chiesa venisse costruita solo nel 1968, una comunità di parrocchiani aveva già preso forma negli anni precedenti. Se per la Messa domenicale o per altri incontri comunitari, centinaia di famiglie italiane si riunivano presso la vicina chiesa francofona , St. Victor e presso la scuola della Verendrye, per parlare con padre Sorgente ed i suoi fedeli. Da allora, le attività e gli eventi organizzati dall’organizzazione Azione Cattolica, dalle Majorettes della Missione e dalle Sorelle Salesiane di Don Bosco erano già in pieno svolgimento. Illuminata dall’entusiasmo di padre Sorgente per questa straordinaria iniziativa, la superficie l’estensione di Montreal venne superata e le famiglie italiane, a volte anche fuori dal Quebec e dal Canada, contribuirono felicemente alla causa.

Una Casa lontano da Casa

Dedicata al Santo Patrono San Domenico Savio, un giovane discepolo di San Giovanni Bosco, la Chiesa è particolarmente votata all’aiuto dei giovani d’età e di spirito. Guidata dal suo parroco e dalla sua truppa di volontari, la Missione San Domenico Savio ha preso un posto centrale nella vita spirituale e comunitaria degli italiani di Montreal. Volontari come Maria d’Iorio hanno servito presso la missione in tanti modi, facendo da guida e prestando inestimabile assistenza ai parrocchiani, sempre in accordo con le autorità religiose della Chiesa. Oggi la Missione continua a prosperare come una casa lontano da casa. Accanto alle sue principali attività pastorali, la Missione ha costantemente organizzato una serie di eventi e gruppi di supporto per tutti, inclusi campi estivi, servizi di assistenza quotidiana, squadre di calcio, classi di doposcuola, sabato sera per anziani, aiuto per i bambini di strada, laboratori, club di bocce ed una varietà di feste. Lo spirito giovanile, la gentilezza e la generosa mano di aiuto che la Missione ha mostrato ai propri parrocchiani nei decenni, ha indubbiamente ispirato generazioni di fedeli a tornare di volta in volta in questo luogo che loro stessi chiamano “casa”.